Senza categoria

Tortillas con cavolo viola, fave e anacardi croccanti 🍃🍃🍃

Sono le 11.06 e il mio stomaco già brontola. Questo perchè stavo guardando le foto della ricetta che sto per svelarvi.. Mi torna fame solo a guardarla!

Ecco qui le TORTILLAS CON CAVOLO VIOLA, FAVE E ANACARDI!

Ingredienti per due persone (4 tortillas)

  • 200 gr (un quarto) Cavolo Cappuccia Viola
  • 100 gr Fave (se ne trovano surgelate in commercio)
  • 3 uova
  • 10 gr Anacardi tostati
  • scalogno e aglio
  • sale, olio EVO
  • padella diametro circa 24 cm (la base 18 cm)

Procedimento

1) Per prima cosa lessare le fave per pochi minuti in acqua.

2) Tagliare il cavolo a listarelle, e cuocerlo in una padella con olio, aglio, sale e mezzo bicchiere d’acqua.

3) In una padellina piu piccola soffriggere uno scalogno, aggiungere le fave, sale e pepe e anche qui un goccio d’acqua.

4) Sbattere le tre uova e tritare gli anacardi.

5) Versare metà composto delle uova in una padella dal diametro non troppo grande, poi adagiare il cavolo sopra, lasciate cuocere due min e girate la frittata con l’aiuto di un piatto.

6) Ripetere con l’altra metà del composto.

ATTENZIONE! Non cuocere troppo altrimenti si modifica colore del cavolo!

7) Tagliare le due frittatine a metà (due semi cerchi) riempire con le fave e gli anacardi e chiudere la tortillas

Verranno cosí quattro tortillas, da adagiare sul piatto e divorare in un secondo perché sono buonissime. Se poi sono accompagnate da un bicchiere di vino, ancora meglio!

Lo avete mai provato il cavolo viola?

🍃🍃🍃🍃🍃🍃🍃

Bacioni 😙

Annunci
Senza categoria

Timballi di spaghetti integrali e cavolo romano 🍃🍃

Buonasera amici! Torno all’azione con una nuova ricettina tutta green per voi!

TIMBALLI DI SPAGHETTI INTEGRALI E CAVOLO ROMANO

Ingredienti per due persone

  • 120 gr di spaghetti integrali
  • 1 cavolo romano
  • 2 fette di scamorza affumicata
  • pinoli
  • sale e pepe
  • olio
  • pane grattugiato

Procedimento

  1. Per prima cosa lavate e tagliate il cavolo romano e mettetelo a stufare in padella con un filo d’olio.
  2. Nel frattempo fate bollire l’acqua per gli spaghetti e lasciateli cuocere.
  3. Una volta cotto il cavolo, frullatelo fino ad ottenere una crema, che servirà per condire gli spaghetti.
  4. Preparate 5 stampi da muffin in alluminio, passateci un goccio d’olio e rivestite l’interno di pane grattugiato.
  5. aggiungete agli spaghetti già conditi, a fuoco spento, due fette di scamorza affumicata tagliata a cubetti.
  6. riempite gli stampi con gli spaghetti e aggiungete in conclusione dei pinoli e altro pane grattugiato, dopodichè infornate per circa 10 min.

Il procedimento è abbastanza semplice, forse solo lunghino, ma nemmeno troppo! A mio parare è un piatto di media complicatezza adatto ad una cena improvvisa, o anche volendo ad un picnic! Noi li abbiamo serviti con della crema di cavolo di fianco, ma voi potete scegliere di farne di piú e magari metterli in unico piatto da portata per un buffet!

Buon appetito!

🍃🍃🍃🍃

Senza categoria

Napoli da vivere, Napoli da visitare.

Buongiorno! Circa un paio di settimane fa ero a casa dei miei nonni a Salerno, cosí ho colto la palla al balzo per visitare in giornata e al volo la bella Napoli.

Quanti avvertimenti ho sempre sentito, tanto da farmi scendere dalla macchina con un leggero velo di ansia.

Martedì mattina, precisamente le 7.30, Napoli ancora riposa, i bimbi corrono a scuola, le persone si accingono ad andare sonnolenti a lavorare, passando prima al bar a prendere un Caffè. (Sí, con la C maiuscola). Cosí come abbiamo fatto anche noi, ma oltre al Caffé abbiamo preso anche una calda sfogliatella.

La nostra prima tappa è San Gregorio Armeno, la famosa strada dei presepi, e la chiesa che vi sta incastrata. Ci dirigiamo verso quella via, piove, un filtro grigio sui panni colorati stesi.

Arriviamo in questa specie di macchina del tempo che ci proietta direttamente nel Barocco più avanzato, la chiesa di San Gregorio Armeno, dove riposano le reliquie di Santa Patrizia. Piove ma dentro è sereno.

Le signore qui hanno radicata una fede quasi “di tradizione”, che si sente forte attraverso le frasi che citano a memoria, le preghiere che col cuore in mano chiedono alla Santa. È martedì, il martedí “Si scioglie il sangue di Santa Patrizia”.

La corsa alla ricerca dell’arte non trova pause, ad ogni angolo qualcosa da vedere, qualcosa da raccontare, qualcosa su cui soffermarsi.

Il Monastero di Santa Chiara.

La sagrestia della chiesa di S.Anna affrescata da Giorgio Vasari.

Le strade, i colori, i rumori e i profumi. Soprattutto i profumi. Quella strana armonia fra arte e abbandono, quasi un contrasto troppo forte per gli occhi, ma al secondo sguardo cosí complementare.

Ed è cosí che fra uno sguardo e l’altro, veniamo catturati dal profumo di pizza a portafoglio, cosí decidiamo di fermarci e di contemplare quest’altro tripudio di arte.

Cercate di non morire senza prima aver assaggiato la pizza a portafoglio, o una frittatina di pasta. Ve lo dico col cuore.

Si va verso il ritorno, si passa dalla Galleria, piena di volti negozi e sorrisi, e infine si passa dal lungomare di Mergellina sotto la pioggia, solo e romantico, col Vesuvio che si nasconde fra le nubi e con le onde che vi si infrangono quasi arrabbiate. Napoli è la città del sole anche quando piove, perché il sole sta dentro ai gesti. Sta dentro il barista che ti cerca fra la folla per darti la sfogliatella calda calda, o che aspetta l’ultimo secondo per darti il caffè bollente, sta dentro il pizzaiolo che sorride anche se ha la fila di clienti affamati, sta dentro le chiese, sta dentro i pescatori col pesce fresco, sta dentro gli animi.

Senza categoria

Make up – Le mie ultime tendenze ❤

Buon pomeriggio a tutte (oggi mi riferisco in maggior modo alle femminucce) ❤ Volevo condividere con voi un po’ di mie nuove tendenze per quanto riguarda il makeup, in particolare appunto quello che sto facendo e utilizzando piú spesso questo periodo.

Posso cominciare col dirvi che ultimamente sto focalizzando l’attenzione spesso sugli occhi, utilizzando colori caldi e bronzati, lasciando comunqur un contorno nero dato sia da un eyeliner oppure da molto mascara, in modo che l’azzurro dei miei occhi risalti meglio.

Una palette che sto strautilizzando è quella di Makeuprevolution ( I heart make up) che ha la forma di una tavoletta di cioccolata tutta fucsia.

I colori all’interno variano dai marroni, ai colori chiari illuminanti, ai rosa e viola. Con questa palette mi sbizzarrisco e creo ombreggiature perfette per i miei occhi 😍

Il mascara in questa foto è di Essence, uno di quelli con lo scovolino a salsicciotto, pra peró ne sto provando uno altrettanto d’effetto di Wjcon 😍

Il prezzo della palette è economico, circa sui 10 euro, quindi PROMOSSA!

Per quanto riguarda le labbra sto prediligendo i colori dai toni caldi, come i marroni bruciati o i rossi spenti. Ho provato un rossetto metallizzato di MAYBELLINE e devo dire che mi piace davvero molto!

Altri due “preferiti” sono entrambi rossetti liquidi opachi, uno rosso di Bottega Verde e uno color cioccolato di Lottielondon ! Entrambi resistenti e di due belle tonalità!

E voi? Quali sono le vostre tendenze del periodo? 😍

Senza categoria

Orata alla brace 💙 Passione pesce!

Buongiorno a tutti! Oggi sono di ritorno da una settimana di ferie nelle mie terre d’origine, Salerno. Adoro il mare e soprattutto adoro ciò che il mare si porta dietro. Tipo il pesce. Mamma che buono. Ogni volta che torno a casa obbligo mio nonno a tornare a casa con delle orate belle fresche da farle al forno. Questa volta abbiamo pensato di prepararle alla brace! Siccome il camino era disponibile, abbiamo unito calore e cottura! Volete sapere cosa abbiamo combinato?

Ingredienti per 7 persone
  • 7 orate
  • sale
  • olio d’oliva
  • tanto prezzemolo
  • 7 spicchi d’aglio
  • pepe
  • peperoncino
  • rosmarino

Procedimento Una volta che le orate sono pulite, private delle interiora nella pancia, possiamo subito condirle. Proprio nella pancia infiliamo tutti i condimenti. Il sale lo spargiamo dentro e con le dita tamponiamo tutta la carne all’interno, poi passiamo al pepe, al prezzemolo e a tutto il resto. Una volta condite le pancine delle vostre orate, pronti per adagiarle su una griglia, e via sulla brace per circa 10 min!! Quel profumino di affumicatura è qualcosa di spettacolare, personalmente farei anche tutto alla brace 😂 E voi avete mai provato a cucinare il pesce in questo modo? Vi piace?

Senza categoria

Non sai cosa mettere? Ti aiuta Manzara! (collaborazione) 

Buonsalve a tutti cari! Oggi voglio affrontare un tema a noi donne mooolto caro: “Cosa mi metto??” Questo succede specialmente durante le feste oppure in giorni particolari. Ecco, é successo anche a me, ma per fortuna ho avuto l’occasione di imbattermi in un bellissimo sito online! 

Si tratta di Manzara

Quest’azienda ITALIANA offre a tutte noi un’ampia scelta di vestiti, proprio per tutte le occasioni! Si va dall’intimo – ricercato e molto sensuale – alle magliette semplici, alle felpe, ai leggins, passando per gli abiti e arrivando alle giacche e agli accessori! Insomma proprio tutto ció che ci serve! 

La sezione che piú mi ha lasciata senza fiato peró è quella degli abiti 😍

Perfino abiti eleganti lunghi e da sogno, ad un prezzo davvero conveniente! Diciamo la verità, tutte noi sognamo un abito lungo nell’armadio, di quelli da principessa, tipo questo 

Continuiamo con altri tipi di abiti, piú portabili e per serate speciali ma magari un po’ piú sobrie, lasciando comunque esaltare la nostra femminilità. I loro pezzi forte sono gli abiti in pizzo, sensuali e romantici, oppure gli abiti aderenti a tubino, che sono un must di quest’anno, e ancora gli abiti modello skater, con magari le gonne asimmetriche e i giochi di colore. Insomma ne abbiamo per tutti i gusti!

Come sono belli 😍 

Potete trovare anche meravigliose Tute eleganti e UDITE UDITE! Abiti bellissimi anche per taglie un po’ piú comode! 

Guardate questo che bello ad esempio.. 

A proposito di taglie, all’interno del sito, ben fatto e curato, trovate anche una griglia con le misure delle loro taglie, in modo da non potervi sbagliare! 

Ricapitolando. 

  1. Abiti da sogno 
  2. Taglie semplici
  3. Spedizione gratuita su min 50 euro di spese
  4. Prezzi da URLO 
  5. Accessori perfetti 
  6. Made in Italy 

Mi sa che non si puó dire di no a Manzara

Fateci un salto e poi mi dite che ne pensate 💗💗

Senza categoria

“Quanto é dura” 

Sono le 22.06 e ho voglia di scrivere. Questa mattina è stata una di quelle mattine con l’ispirazione, una di quelle mattine che noi artisti incompresi sentiamo particolarmente “nostra“. Cosí dopo aver fatto qualche faccenda ho preso in mano carta e matita e ho cominciato il travaglio di piccole creature di carta e inchiostro. 

Se seguite il mio blog da tempo, siete già a conoscenza della mia vena artistica. Ecco, questi biglietti sono nati da una mattina ispirata e da ore di progettazione e di lavoro. 

La confusione sulla scrivania, la schiena piegata, e papà che passa e mi dice: “È dura vero?”. 

Sí, è dura. Ma non solo è dura ricavare un lavoro dal proprio talento, è dura proprio in generale. È dura lanciarsi in un mondo che non viene ancora compreso, quello dell’arte, è dura essere costretti ad essere sottovalutati, sottopagati a volte. È duro tutto il lavoro che c’è dietro: la scelta della mina della matita, il libro che hai comprato apposta per imparare, i pennarelli e gli inchiostri che costano un patrimonio, gli acquerelli che non vorresti finire mai perchè chissà se ne troverai di belli come quelli. 

È dura stringere i denti ogni volta che un artista non viene compreso. 

È dura la salita, ma quanto è bello poi ogni piccolo traguardo. Ogni sincero complimento, ogni opera che ti guarda soddisfatta di te. Perchè alla fine il rapporto piú bello non è mica quello dello spettatore, ma è quello fra opera e artista. Dovreste vedere mentre si guardano dopo aver fatto l’amore per ore