Il secondo caffé macchiato 

Buongiorno

Qui é giá ora del secondo caffé macchiato in tazza. A litri. Poi mi lamento della tachicardia. 

Ho giá fatto una buona ora di studio, ma la concentrazione sgocciola via dalla mia testa, cosí ho pensato di scegliere il mio prossimo libro. 

Ho finito ieri Quella vita che ci manca di Valentina D’Urbano e mi ha lasciata un po’ con il vuoto dentro, una sensazione quasi amara, ma davvero bella. Alla fine ho pianto. Era da molto che non mi commuovevo davanti ad un libro. 

Ora viene l’ora della scelta di un nuovo libro. Inizialmente avevo pensato ad una leggera storia d’amore. Ho letto qualche pagina ma tutte quelle frivolezze mi annoiavano troppo.. (non vi svelo il titolo, perché poi magari mi ricredo e ve ne parleró bene).. 

Cosí ho estratto dalla mensola un libro che comprai quasi all’inizio della mia carriera universitaria, ma tra una cosa e l’altra non ho mai avuto il tempo di dedicarmici. 

L’Enigma Michelangelo il genio, il falsario – Daniela Piazza 

“Una statua che tutti vogliono possedere. Un amore incoffessabile. L’ultimo mistero del genio maledetto del Rinascimento.” 

Penso che fu questa la frase che mi portó alla decisione di acquistare questo libro. Di solito mi attraggono i titoli di un libro, ma non acquisto mai senza prima leggerne qualche frase sul retro, o fra le stesse pagine. 

La trama: 

Bologna, 1494. Gli ospiti di palazzetto Aldrovandi hanno occhi solo per lui, un giivane artista schivo e irrequieto. 

Inutile e che parliamo di Michelangelo Buonarroti.. 

A meno di vent’anni é giá uno dei favoriti della corte medicea, dove lo ha voluto il Magnifico. Il Cupido Dormiente é un omaggio ai maestri dell’antichità, ma se in tempi cosí duri mettere un tozzo di pane in tavola é un’impresa anche per un astro nascente come lui, affidarlo a un apprezzato mercante d’arte come Baldassarre del Milanese diventa una necessità. E cosí mentre il suo autore é ostaggio di una passione da cui non sa se farsi travolgere, l’Amorino inizia un viaggio per le corti italiane. Caterina Sforza, Cesare Borgia..: ognuno é disposto a pagare la statua con il sangue. Per arrivare al cuore piú segreto del Rinascimento, un luogo dove ogni cosa che l’uomo abbia mai sognato diventa possibile. 

É la prima volta che sono attratta da un romanzo storico a dire la veritá, forse il fatto che si tratti di Michelangelo mi ha svegliato la curiositá, non so. 

E voi? Quali romanzi a sfondo storico avete letto? 

Buona giornata 😍❤

Advertisements

7 thoughts on “Il secondo caffé macchiato 

  1. Così su due piedi mi viene in mente “I pilastri della terra” di Ken Follett (che mi era anche molto piaciuto), ma ne ho letti sicuramente altri. Un altro molto bello è “Il diavolo vestito di velluto” di John Disckson Carr, un autore di gialli “classici” (ma non poi così classici) che amo molto.
    Buon fine-settimana!
    Alexandra

    Liked by 2 people

    1. Woooow! Grazie per i titoli! Ken Follett a dire il vero ho sempre pensato di leggere qualcosa, ma non ho mai avuto il momento giusto per coglierne l’occasione.. chissá, magari mi prende la passione 😁

      Like

  2. Se ti piacciono i romanzi storici non puoi non leggere Ken Follett. Le sue trame ed il suo modo di scrivere sono unici ed i suoi romanzi autentici capolavori. I pilastri della terra e mondo senza fine vanno letti…certo a vedere la mole fanno paura ma la loro lettura ti trasporta in quelle epoche e fa fermare il tempo… 😉

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s