Le frasi sottolineate del lunedí 

Buongiorno, 
Eccoci di nuovo qui a questo appuntamento. 

Ormai, lo avete capito, le storie semplici non mi piacciono, i personaggi che ottengono tutto con i soliti cliché mi fanno rabbrividire. Perché non é vero. Perché la vita non é facile. Perché si deve vincere solo dopo aver combattuto. 

Questo libro non é ancora finito, ma lo sto assaporando. Lo avevo giá nominato quando vi ho parlato dei titoli nuovi della mia libreria, ecco, ora non é piú nuovo. (Anche se potrebbe esserlo ad ogni lettura) 

Quella vita che ci manca – Valentina D’Urbano 

Valentino osserva le piccole nuvole di fiato che muoiono contro i finestrini appannati della vecchia Tipo. L’auto che ha ereditato dal padre, morto anni prima, non é l’unica cosa che gli rimane di lui: c’é anche quell’idea che una vita diversa sia possibile. 

Valentino vive alla Fortezza, un quartiere complicato, pericoloso, dove se ti distrai un attimo ti puó essere tolta la casa. Dove devi attaccarti ai contatori dei vicini per avere elettricità. Non resta che una sola cosa a cui aggrapparsi: la famiglia 

Valentino é il minore di quattro fratelli, figli di padri diversi. Anna, trent’anni. Vadim un ragazzo con la mente da bambino, bloccata nella crescita di un corpo di ventenne. Alan, il maggiore, l’uomo di casa, posseduto da una rabbia tanto feroce quanto é grande l’amore per la sua famiglia. 

Poi per Valentino compare Delia. 

Un romanzo sull’amore, spietato come solo quello fra fratelli puó essere. Ma anche sull’unico altro amore che possa competere: quello che irrompe come il buio in una stanza piena di luce, tra un ragazzo e una ragazza, contro tutto e contro tutti. 
Si baciarono. Si baciarono con la stessa disperazione di due che hanno aspettato una vita. 

L’odore del cherosene impregna l’aria, ci sono cose che bruciano più di altre, le bugie bruciano, i tradimenti bruciano. Avere un fratello completamente pazzo, un padre morto troppo presto e una donna che ti ha spento il respiro brucia allo stesso modo. E adesso anche quel parcheggio alla periferia della cittá brucia. Ma a vent’anni hai tutta la vita davanti e piú niente da perdere. 

Fanno l’amore sul pavimento, contro la porta scheggiata, tra gli scatoloni, in quel posto che é ancora una frontiera, una terra di nessuno. I respiri contati,rarefatti, gli occhi aperti, i vestiti tolti a metá, unghie e denti. Facevano l’amore per non ammazzarsi. 


Questo era ció che volevo dirvi di queste pagine, che sanno di violenza, di cruditá, ma di amore spassionato allo stesso tempo. 

Buona settimana ❤

Advertisements

3 thoughts on “Le frasi sottolineate del lunedí 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s